La Borsa della Spesa raddoppia. Abbinata a quella di Italmercati ora c’è quella “local” di Veronamercato

La “Borsa della Spesa”, ideata a livello nazionale da Italmercati con Borsa Merci Telematica, a Verona si sviluppa con un “focus” sul mercato locale.

Questa settimana Veronamercato registra una  discesa del prezzo delle zucchine di provenienza locale; ottimo il prezzo del radicchio da campo, dal caratteristico sapore amarognolo, un prodotto che possiede molteplici proprietà salutari.

La pera abate Fetèl, di produzione nazionale, è un ottimo prodotto consigliato per l’acquisto anche in considerazione del prezzo interessante rilevato sul mercato.

Molto buona la fragola, varietà autunnale, coltivata nelle campagne veronesi. Dolce, di piccola pezzatura, viene venduta ad un prezzo interessante.

Il “Consiglio di nicchia”  da Veronamercato di questa settimana è il  Pomodorino del piennolo del Vesuvio:  uno dei prodotti più antichi e tipici dell’agricoltura campana che si presenta come un grappolo di pomodorini legati tra loro con cordicelle di canapa. Il sapore di questo pomodorino è talmente ricco da non richiedere ulteriori ingredienti oltre ad aglio e olio per ottenere un’ottima pummarola. Data la forte tipicità il prezzo del prodotto è elevato,  ma è garantita una qualità eccellente.

“ Questo servizio  è uno strumento utile per guidare il consumatore all’acquisto e al consumo dell’ortofrutta – sottolinea Paolo Merci, direttore di Veronamercato –. Nasce dalla Borsa della Spesa realizzata a livello nazionale da Italmercati con Borsa Merci Telematica. E viene declinata e integrata con le informazioni del prodotto commercializzato nel Mercato Ortofrutticolo di Verona, dando uno spaccato quasi in tempo reale del rapporto qualità/prezzo di alcuni prodotti”.

“ Abbiamo avviato da tempo con successo a livello nazionale il servizio de “ La Borsa della Spesa – ricorda Fabio Massimo Pallottini, presidente di Italmercati – . Questo servizio aggiuntivo e coordinato di Veronamercato permette ai  consumatori di avere anche in sede locale un’ulteriore “bussola” per scegliere i prodotti stagionali, più convenienti, più adatti ai piatti che vogliono realizzare. Un segnale della capacità del nostro network dei Mercati all’Ingrosso di dare informazioni coordinate nel segno della trasparenza”.

Condividi l'articolo

Share on facebook
Share on twitter
Share on linkedin
Share on pinterest
Share on print
Share on email
YouTube
LinkedIn
LinkedIn
Share