Confagricoltura: sì a Consulta permanente sui Mercati all’Ingrosso lanciata da Italmercati

“Condividiamo i motivi e, soprattutto, gli obiettivi che sono alla base della proposta, lanciata nei giorni scorsi dal presidente di Italmercati, Pallottini. Ci auguriamo che l’iniziativa abbia successo per poter dare il nostro contributo ai lavori”.
 
Lo ha dichiarato il presidente della Confagricoltura, Massimiliano Giansanti, in merito alla proposta di Italmercati per la costituzione di una Consulta permanente con la partecipazione di tutti i rappresentanti degli operatori coinvolti a diverso titolo nell’attività dei mercati all’ingrosso: dai produttori agricoli ai grossisti, dalle società di gestione fino alle organizzazioni della logistica.
giansantiok
“I rapporti tra le diverse parti che compongono la filiera agroalimentare – rileva Giansanti – non dovrebbero esaurirsi nella discussione degli aspetti economici. Dovrebbero estendersi alle prospettive, per tentare di definire una visione condivisa di sviluppo che tornerebbe particolarmente utile anche ai ministeri competenti. Ecco perché sosteniamo la proposta del presidente Pallottini”.
Il presidente di Italmercati ha lanciato due settimane fa l’idea di una Consulta in modo da avere una voce unica per parlare con le istituzioni.
” La condivisione degli obiettivi da parte della Confagricoltura – sottolinea Fabio Massimo Pallottini – rappresenta un tassello fondamentale per creare con la Consulta un sistema strutturato  che possa confrontarsi al proprio interno sui temi principali, primo fra tutti il lancio di un Piano Mercati  2.0. E  proporre soluzioni e proposte unitarie alla politica”.

L’emergenza Coronavirus  ha reso evidente a tutti che il sistema agroalimentare italiano è solido. Sono stati garantiti i rifornimenti, anche di prodotti allo stato fresco.

“Sono, però, emerse alcune difficoltà di fondo relative all’incontro tra domanda ed offerta, che possono essere superate grazie ad un dialogo strutturato e costante tra tutti i portatori di interesse, avendo sempre presenti le richieste e le esigenze dei consumatori- spiega ancora il presidente della Confagricoltura -. La pandemia cambierà la domanda e le modalità di acquisto dei prodotti destinati all’alimentazione – conclude il presidente della Confagricoltura – Dobbiamo prepararci a gestire al meglio il cambiamento”.

Condividi l'articolo

Share on facebook
Share on twitter
Share on linkedin
Share on pinterest
Share on print
Share on email
YouTube
LinkedIn
LinkedIn
Share