CAAT di Torino: approvato il Bilancio 2019

L’Assemblea  2020 dei Soci del CAAT ha approvato il Bilancio 2019. I bilanci degli ultimi tre esercizi, incluso quello del 2019, hanno sempre registrato un utile.

Nel corso del triennio sono stati restituiti alle Banche 1.677.918  Euro e il debito residuo della società nei confronti delle banche è sceso a  3. 089. 999 euro. Le Disponibilità Liquide della Società sono cresciute a 4.800.248,00 euro.

La Posizione Finanziaria Netta (PFN) della Società è migliorata di Euro 4.063.475 passando da negativa a positiva. Il Patrimonio Netto della società è oggi pari a 34.054.324 euro

“Con l’approvazione del Bilancio 2019 del CAAT di Torino, – spiega il Presidente del Centro Agroalimentare di Torino,  Marco Lazzarino ( nella foto)  – sottoposto ad approvazione da parte dei Soci, scade il mandato che era stato dai Soci medesimi conferito nel 2017 al presente Consiglio di Amministrazione e Collegio Sindacale.  Posso dire con orgoglio che questo Consiglio di Amministrazione riconsegna agli azionisti una società risanata sia da un punto di vista economico sia quello altrettanto fondamentale delle prospettive di uno sviluppo futuro”.

I risultati economici sopra sintetizzati sono in linea con il Piano Industriale 2018-2022, approvato dall’attuale Consiglio di Amministrazione.

“Nel corso di questo triennio – precisa l’ingegner  Marco Lazzarino – sono stati inoltre portati a termine alcuni significativi interventi “qualitativi”, volti a permettere lo sviluppo aziendale anche per gli anni a venire; basti pensare ad alcuni di questi:

Ricostituzione dell’organico aziendale con l’inserimento del Direttore Generale, del Responsabile dell’Ufficio Tecnico e del Responsabile del dipartimento di Logistica;

Sottoscrizione dei nuovi contratti di locazione commerciale per i prossimi dodici anni;

Istituzione di regolamenti mai istituiti prima (Regolamento per il reclutamento di personale, Albo Fornitori, Regolamento accesso agli atti) ed armonizzazione di regolamenti esistenti (MOG, Regolamento Acquisti).

Espletamento dei bandi di gara per importanti servizi che proseguivano da anni in regime di prorogati: servizio di Igiene ambientale del Centro; servizio IT; servizio di assistenza legale; servizio manutenzione edili e impianti del Centro.

Implementazione dell’ attività di manutenzione della struttura: Architettura informatica; ripristino degli asfalti strade interne del centro; realizzazione bypass per teleriscaldamento; assesment per il nuovo sistema accessi; ripristini coperture Edifico Mercatale e studio per un intervento complessivo

“Ancor più, in questo particolare momento storico che stiamo vivendo,  – aggiunge il Presidente del CAAT Marco Lazzarino  –  il Centro Agroalimentare di Torino ha assunto numerose iniziative volte a salvaguardare la salute dei propri lavoratori e di tutti i frequentatori del CAAT, continuando a garantire il regolare svolgimento delle proprie attività, in quanto essenziali per l’approvvigionamento di generi alimentari di prima necessità a livello regionale e non solo. Mi piace sottolineare che, unitamente al ruolo strategico confermato dal CAAT stesso all’interno della filiera agroalimentare, in questo periodo è stata data prova della forte ricaduta che l’attività del Centro, unitamente al ruolo fondamentale delle aziende ivi insediate – a cui rivolgo il mio personale ringraziamento – ha avuto a livello territoriale, promuovendo tutta una serie di iniziative benefiche a sostegno di centinaia di nuclei familiari che stanno vivendo una situazione di pesante disagio economico.

In questo contesto un contributo determinante è stato dato dal Direttore Generale, l’Avvocato Gianluca Cornelio Meglio, il quale, insediatosi a fine 2018, ha sapientemente guidato l’azienda, favorendo la creazione di un clima di stima e di collaborazione, che ha consentito di raggiungere traguardi significativi e di piantare i semi di un processo di innovazione, imprescindibile per il settore in cui opera la società del CAAT”.

Condividi l'articolo

Share on facebook
Share on twitter
Share on linkedin
Share on pinterest
Share on print
Share on email
YouTube
LinkedIn
LinkedIn
Share