Pallottini a AS FINANZA : ecco come abbiamo sostenuto il Paese nel periodo di lockdown

A suo parere la filiera agroalimentare subirà gravi conseguenze a causa della pandemia e ci saranno mutamenti nel settore?

Secondo lei, vista l’ampia portata e le notevoli risorse del patrimonio agroalimentare italiano, la pandemia potrà essere un’occasione di concreto e sostanziale rilancio di tutto il settore?

A queste e altre domande Fabio Massimo Pallottini ha risposto in un’intervista al giornale on line AS Finanza.

” La filiera agroalimentare in questa situazione drammatica, non solo ha retto e lavorato, è stata operativa per necessità al fine di consentire, comunque, ai cittadini di nutrirsi – – ha spiegato il presidente di Italmercati a Giuseppe Lepore -.  E’ stata però, ovviamente, anche un’ occasione per identificare il ruolo, le criticità, il peso di una filiera come questa dentro la quale io, ho detto più volte, è emersa la strategicità del sistema dei mercati all’ingrosso delle grandi piattaforme agroalimentari, come supporto necessario a garantire la distribuzione efficiente dei prodotti reperibili nelle nostre città.

Alla fine, passato questo momento, ci saranno delle conseguenze sulla filiera dell’agroalimentare, ma non necessariamente saranno tutte conseguenze negative.  Io, per esempio, mi auguro che questa riscoperta del mangiare italiano che stiamo vivendo in queste settimane sia confermata e, quindi, possa essere un evento positivo. Credo che un altro impatto rilevante sarà quello sulla spesa “online” che, magari non più nelle dimensioni che sta avendo in queste settimane, continuerà ad avere, comunque, un peso non secondario; mi auguro al contrario, che, per esempio, questa spinta verso il consumo di prodotti confezionati venga superata e riprenda invece, con maggiore serenità, l’acquisto di prodotto sfuso.”.

Leggi tutta l’intervista al link

GLI EROI SILENZIOSI: Fabio Massimo Pallottini, Presidente Italmercati

 

Condividi l'articolo

Share on facebook
Share on twitter
Share on linkedin
Share on pinterest
Share on print
Share on email
YouTube
LinkedIn
LinkedIn
Share