A TU PER TU…

IL PRESIDENTE DI ITALMERCATI FABIO MASSIMO PALLOTTINI INCONTRA IL SOTTOSEGRETARIO DI STATO AGLI ESTERI BENEDETTO DELLA VEDOVA

Made in MED – questo il titolo del tema su cui hanno discusso Fabio Massimo Pallottini e Benedetto Della Vedova, in occasione di Fiera Mediterraneo nella giornata di ieri.

Non poteva esserci occasione migliore per presentare l’iniziativa ITALIPROJECT, già annunciata in occasione della recente Fiera di Madrid ed ora ormai pronta per essere promossa quale eccellenza fra i modelli italiani di distribuzione alimentare a livello internazionale.

L’Italia è un grande paese capace di esportare professionalità e competenze di altissimo spessore. Un tessuto imprenditoriale diffuso di cui l’agroalimentare è un pezzo importante. In Europa si tratta di rispondere sostanzialmente a due esigenze: indirizzare know – how verso paesi che ormai giunti ad un buon livello di sviluppo vogliono realizzare grandi infrastrutture in grado di rispondere a queste nuove esigenze oppure a quei paesi che vogliono dare prova di una crescita ancora potenziale ma che potrebbe trovare sponda nell’ammodernamento di vecchie strutture. In accordo con il governo italiano che ha stimolato la realizzazione di questo progetto, la cordata ITALIPROJECT intende rispondere a queste esigenze per collocare l’Italia tra i principali paesi che esportano know – how come Francia e Spagna.

Rispetto agli obiettivi di EXPO 2015 – ha dichiarato Fabio Massimo Pallottinistiamo bruciando le tappe.  Nelle intenzioni dei governi che lo hanno appoggiato si sarebbero dovute creare le condizioni per una crescita dell’export alimentare, dagli attuali 34 ai 50 miliardi di euro l’anno previsti per il 2020. Ad oggi l’ISTAT stima una crescita che supera notevolmente le previsioni. A ottobre 2017, su base annua, le esportazioni si attestano oltre l’11 % e rispetto allo stesso mese del 2016 i dati verso alcuni paesi chiave come Stati Uniti, Cina e Russia registrano una crescita nettamente superiore alla media. Certamente il governo italiano ha fatto la sua parte con investimenti che, coniugati al sacrificio a cui siamo stati chiamati, hanno dato i loro frutti”.

L’internazionalizzazione dell’economia italiana – ha sottolineato Benedetto Della Vedovanon significa solo export ma qualcosa di più e di diverso. Significa investimenti ed al contempo attrazione di investimenti con un unico grande obiettivo che il governo italiano si è dato a partire da EXPO 2015, ovvero far sì che l’Italia riesca, in una Europa da rilanciare, ad essere protagonista di un futuro di crescita fatto di apertura dei mercati e di integrazione. L’autarchia non paga e lo sappiamo. Le PMI hanno bisogno di rete e di sostegno. Non solo però cibo, vino e moda. Per far parlare italiano all’estero c’è bisogno anche di altro ed un progetto come ITALIPROJECT, che intende esportare alti livelli di servizi consulenziali, deve essere incoraggiato e sostenuto dal governo”.  

UFFICIO COMUNICAZIONE ITALMERCATI

Mercato Mediterraneo

Condividi l'articolo

Share on facebook
Share on twitter
Share on linkedin
Share on pinterest
Share on print
Share on email
YouTube
LinkedIn
LinkedIn
Share