E’ ormai indispensabile ottimizzare la logistica

28 luglio 2017.  Commerciale l’analisi del direttore generale di Veronamercato Paolo Merci sulla crisi della pesca.

In molti casi il prodotto locale non può competere con quello di Romagna,Puglia,Sicilia e Spagna, per durata e conservazione. Così i prezzi medi della frutta locale risultano inferiori a quelli della concorrenza. Nonostante la crisi dei prezzi, partite di pesche di qualità eccellente arrivano a spuntare fino a un euro al chilo al Centro Agroalimentare di Verona.

“E’ inutile investire nell’ammodernamento dei mercati provinciali alla produzione, sono inadeguati alla commercializzazione e alla logistica, ormai quasi nessun operatore li frequenta. E’ un miraggio quello di dare così risposte ai coltivatori. Le risorse hanno usate per riorganizzare il comparto e creare una nuova mentalità produttiva e aggregativa, in grado di sfruttare il più possibile strutture come il Centro Agroalimentare di Verona. Indispensabile puntare su centralizzazione e ottimizzazione dei servizi, ella logistica e dell’intermediazione commerciale”.

Merci aggiunge ” l’evoluzione del settore commerciale e distributivo è legato al peso della grande distribuzione e all’e-commerce, allo sviluppo della logistica. Serve un prodotto di buona qualità e durata, di certificato e tracciabile, per essere distribuito nel migliore stato di freschezza, rapidamente e con il migliore rapporto qualità-prezzo. Il direttore generale di Veronamercato assicura che il Centro Agroalimentare di Verona, ai vertici nazionali e europei grazie a posizione geografica, offerta di servizi e presenza di imprese commerciali e agenzie di intermediazione, è il mezzo idoneo per dare risposte alle categorie di compratori, sia nazionali che esteri.

fonte: Giornale L’Arena

Condividi l'articolo

Share on facebook
Share on twitter
Share on linkedin
Share on pinterest
Share on print
Share on email
YouTube
LinkedIn
LinkedIn
Share