Revocato sciopero in Sicilia. Pallottini: dialogo continuo per evitare danni alla filiera e ai consumatori

Revocato lo sciopero dei trasportatori in Sicilia previsto dall’8 al 12 novembre. Sospiro di sollievo per i Mercati e tutta la filiera agroalimentare italiana vista l’importanza di questa regione per il settore dell’ortofrutta.
Nei giorni scorsi il presidente di Italmercati, Fabio Massimo Pallottini, era intervenuto insieme al presidente dell’Associazione Concessionari del Mercato di Vittoria, Giuseppe Zarba, auspicando una riapertura del dialogo tra le istituzioni e l’associazione dei trasportatori.
La svolta è arrivata dopo un incontro in Regione tra i rappresentanti dell’Associazione Imprese Autotrasportatori Siciliani, l’assessore Falcone e il presidente della Regione Nello Musumeci che si sono impegnati ad avanzare le  richieste direttamente a Roma.
“ Vogliamo ringraziare tutti gli esponenti politici locali e regionali che abbiamo contattato e che si sono immediatamente attivati. In particolare il Deputato dell’Assemblea Regionale Siciliana,  Giorgio Assenza,  e il Sindaco di Vittoria, Francesco Aiello, sono stati fondamentali per aprire un dialogo costruttivo. Il rischio che corriamo è evidente: tutti i prodotti che non fossero messi in condizione di essere trasportati, sarebbero da buttare via – dichiara Giuseppe Zarba –.  Un grazie va anche al presidente di Italmercati, Massimo Pallottini, che si è reso subito disponibile a facilitare il dialogo con i Ministeri opportuni, sottolineando le gravi conseguenze che avrebbero colpito non solo la Sicilia ”.
Per la rete dei Mercati italiani una buona notizia in un momento fondamentale per gli operatori dell’isola.
“ Vista l’importanza della produzione ortofrutticola siciliana è evidente che si rischiava un effetto a catena su tutta la filiera – conferma Fabio Massimo Pallottini, presidente di Italmercati -. E’ fondamentale aver evitato al momento uno sciopero  che avrebbe causato un contraccolpo durissimo al mondo della produzione siciliana, agli operatori grossisti dei Mercati siciliani e non solo. Ci auguriamo che il dialogo al Ministero proceda spedito, come Italmercati continueremo a monitorare la situazione, disponibili ad intervenire in eventuali tavoli di confronto che tengano conto delle esigenze di Mercati, operatori, produttori, trasportatori. Lavorando tutti insieme possiamo evitare conseguenze negative per i consumatori in tutta Italia sia dal punto di vista della reperibilità che dei prezzi dei prodotti”.