Catania. Inaugurato al MAAS il nuovo magazzino del Banco Alimentare della Sicilia Onlus

Da sabato il magazzino del Banco Alimentare della Sicilia Onlus è ufficialmente operativo all’interno del MAAS (Mercati Agroalimentari della Sicilia) il polo agroalimentare tra i più grandi del Mediterraneo.

Il taglio del nastro e la benedizione di Mons. Salvatore Genchi, vicario dell’Arcidiocesi di Catania, ha sigillato questo inizio che custodisce in sé immensa gioia ed emozione, soprattutto da parte di Pietro Maugeri, presidente del Banco che ha sede a Catania, che da oltre quattro anni si spende per l’apertura non solo di un magazzino ma di una Nuova Casa.

“Questa Casa non è un punto di arrivo ma di partenza. L’ho immaginato come un posto che riesca a raccogliere la sinergia di pubblico e privato per generare benessere. Il mio obiettivo – ha sottolineato Maugeri – era quello di dare a questa terra così martoriata, un luogo inclusivo, più bello, più funzionale e di aiuto alla povera gente. Vedo questa casa come un luogo di accoglienza in cui ciascuno può fare la propria parte per offrire conforto a quanti, in questa situazione sociale così esplosiva, hanno bisogno di aiuto. La parola d’ordine è sinergia senza steccati di alcun genere”.

«L’ingresso del Banco Alimentare all’interno del MAAS – ha commentato Emanuele Zappia, presidente del CdA del Maas – diventa un luogo di concentrazione, di offerta e domanda di solidarietà. Il MAAS ha avuto sempre nelle corde la solidarietà per una molteplicità di motivi: primo, è una delle più grandi del centro sud in cui transitano tonnellate di merci; secondo perché tutto il prodotto che non è appetibile e che può diventare potenziale spreco, si trasforma in risorsa grazie all’organizzazione di una rete capillare come quella del Banco Alimentare. Terzo motivo è quello di poter contare su cento operatori, quelli del MAAS, che hanno un grande Cuore Generoso e che non si sono mai tirati indietro quando si è trattato di aiutare le persone che forse, mai come oggi, hanno bisogno di aiuto».