Il presidente di Italmercati alla Conferenza del WUWM in India

E’ in svolgimento in India e più precisamente a Gurugram, nel nord del Paese, a pochi chilometri da Nuova Delhi la conferenza autunnale del WUWM (World Union Wholesale Market), l’organizzazione che raccoglie i più grandi mercati all’ingrosso del mondo e di cui fa parte sia il CAR, sia la rete di Italmercati.
Il tema dell’incontro di che si svolgerà fino a venerdì 12 ottobre sarà “Mercati all’ingrosso nell’era digitale: sfide e opportunità” e sarà aperto sia ai membri del WUWM sia agli osservatori esterni interessati. Questi incontri permettono ai mercati di avere una visione globale del lavoro che stanno svolgendo, di ragionare su criticità comuni e scambiarsi invece idee e soluzioni. Sarà prevista anche una visita ad Azadpur, uno dei più grandi mercati di frutta e verdura di tutta l’Asia con oltre 90 acri di estensione e 50.000 visitatori al giorno.
Fra i vari interventi previsti ci sarà anche quello del presidente di Italmercati Massimo Pallottini in cui parlerà dei cambiamenti affrontati dal Centro Agroalimentare di Roma negli ultimi 15 anni, a partire dal cambio di sede dalla via Ostiense al settore est della Capitale, a circa 20 km dal centro e in una zona molto più strategica che ha favorito sia l’estensione del mercato, sia la logistica dei trasporti. Oggi, grazie a questi cambiamenti, il CAR si estende su un’area di 1.405.000 m2 e all’anno gestisce un volume di affari di 2,1 miliardi di euro, vede transitare 900mila tonnellate di frutta e verdura e 80mila tonnellate di pesce e accoglie oltre 1 milione di visitatori. In questo modo è diventato il mercato italiano più importante, uno dei maggiori in Europa, ha visto espandersi notevolmente le proprie attività ed è diventato un punto di riferimento per le principali aziende del settore. “La sfida che affrontiamo ogni giorno è riassunta nel nostro motto – dichiara Pallottini – “Pensare locale, agire globale”, cioè mirare a diventare sempre di più un riferimento per tutta l’Europa ma senza perdere di vista l’origine locale e il contatto con le aziende del territorio”.
Saranno quindi delle giornate molto intense e stimolanti, sulle quali non mancheranno approfondimenti al termine dell’evento.