I MERCATI DELLA RETE UNITI CONTRO LA CRIMINALITA’ ORGANIZZATA

Il Centro Agroalimentare di Milano e la Prefettura siglano oggi un documento di intesa per prevenire le infiltrazioni della criminalità organizzata nel Mercato.

E’ da tempo che i Mercati della Rete Italmercati lavorano per pervenire alla stesura di un Protocollo unificato con le diverse Prefetture atto a contrastare, sull’intero territorio, il rischio di avere come clienti noti esponenti della criminalità.

Gli undici Mercati della Rete – dichiara in una nota il Presidente di Italmercati Fabio Massimo Pallottini – rappresentano un asset industriale che conta circa 80 milioni di fatturati societari ed un giro d’affari delle aziende interne calcolabili complessivamente nell’ordine di oltre 6 miliardi di euro. Ogni giorno i Mercati accolgono complessivamente oltre 30 mila persone. I sistemi di controllo adottati non riescono a soddisfare pienamente le esigenze di controllo e verifica degli accessi, sia delle persone che dei mezzi di trasporto mentre l’appetibilità dei numeri, in termini di fatturati e giro d’affari, è indubbiamente molto forte. E’ necessario che le Prefetture rafforzino il loro impegno e contestualmente che nei Mercati si finalizzino azioni di prevenzione dei tentativi di infiltrazione. Certamente acquisire la certificazione antimafia relativa alle imprese dalla Banca Dati Unica sarà un mutuo e valido aiuto”.

I mercati agroalimentari rappresentano un importante anello della catena di distribuzione di prodotti agroalimentari in Italia con un volume di affari aggregato di miliardi di euro. Proprio per tale rilevanza Sogemi, Società di gestione del mercato agroalimentare di Milano – ha dichiarato il Presidente di Sogemi Cesare Ferrero – ha ritenuto opportuno stipulare con la Prefettura di Milano un protocollo di intesa specifico per prevenire e contrastare fenomeni di illegalità e di infiltrazioni criminali. L’obiettivo principale che si pone il protocollo è di creare all’interno dei mercati agroalimentare un sistema di rispetto dei principi di legalità, trasparenza e correttezza che permetta agli operatori commerciali di operare in un clima di sana competitività. Sogemi a seguito della stipula del protocollo procederà a intensificare i controlli relativi ai soggetti che operano nel Mercato e alle merci che vengono scambiate. Siamo convinti che sia la direzione giusta per dare ai mercati all’ingrosso sempre più rilevanza e centralità nella filiera agroalimentare”.

La costituzione di una Banca Dati da parte di Sogemi continuamente aggiornata sarà di considerevole aiuto per la Rete oltre che per il gruppo interforze istituito presso il Mercato”.

UFFICIO COMUNICAZIONE E SVILUPPO ITALMERCATI