E al Maas ” balla ” la candelora dei fruttivendoli

«È un segno concreto dell’orgoglio e della passione dei nostri commercianti, che si sono anche autotassati per offrire una serata speciale alle loro famiglie, uniti nel nome di Sant’Agata»: le parole di Emanuele Zappia, presidente Maas, Mercati agro alimentari siciliani, si uniscono all’emozione dell’omaggio della candelora dei fruttivendoli che, come da tradizione, ieri ha “ballato” con le centinaia di persone accorse (nella foto di Santi Zappala) omaggiando i box aperti nella sua prima uscita ufficiale nel cammino verso la festa vera e propria che raggiungerà il clou i! 3,4 e 5 febbraio.

Mario Maniscalco, ideatore e promotore dell’appuntamento, assieme a Zappia, con la collaborazione di Amt, che ha offerto gratuitamente gli autobus per raggiungere il Maas, il sindaco Salvo Pogliese, che non è voluto mancare assieme al presidente del Consiglio comunale, Giuseppe Castiglione, hanno così vissuto un rito che si ripete con sempre maggior partecipazione. «Essere qui è per me motivo di grande orgoglio – ha precisato Pogliese – soprattutto in occasione delle festività più importanti per la nostra città, quelle agatine.

Complimenti per l’impegno, l’allestimento e l’unione della categoria». Si lavora notte e giorno per preparare tutto, tré giorni solo per montare le luci all’interno della struttura e preparare il palco, gli eventi collaterali dedicati soprattutto ai più piccoli, non possono mancare i fuochi d’artificio sparati con tutte le precauzioni del caso. Ortofrutta e pescatori tengono molto alla presenza delle candelore nei loro luoghi quotidiani di lavoro, il Maas, aperto 7 anni fa e che sta mostrando tutta la sua potenzialità.

Gli stessi lavoratori accettano di buon grado i controlli delle autorità: «Prima di tutto la legalità», dice Salvo Russo, dipendente, in attesa che siano sistemate le infrastrutture esterne al Maas , «il passaggio a livello, la strada, l’illuminazione e le vie di fuga prima di tutto. Se non funziona il passaggio a livello, accade un incidente qui restiamo isolati», segnala senza esitazione. Cresce l’attesa per domani, quando dalle 9 sarà la volta della candelora dei pescatori al mercato ittico del Maas, una mattina alla quale si attendono ancora più devoti e lavoratori.

Fonte: Sicilia Catania